logo
Copyright Qode Interactive 2016
Termini e condizioni del marketplace. Aspetti legali e normativi
2272
post-template-default,single,single-post,postid-2272,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,side_area_uncovered_from_content,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive,it

18 dic Termini e condizioni del marketplace

Aspetti normativi e stesura termini e condizioni del marketplace

 

Termini e condizioni del marketplace

 

Sei in procinto di lanciare una piattaforma online, hai bisogno dei termini e condizioni del marketplace e vuoi un ausilio concreto per la gestione degli aspetti legali? Probabilmente, visto che sei capitato su questo sito, non hai ancora ben chiaro di quali documenti hai bisogno e quali aspetti considerare per tutelarti da possibili problematiche giuridico-legali.
Oggi proliferano le piattaforme di intermediazione online, parliamo dei c.d. marketplace. Si tratta di luoghi virtuali che facilitano l’incontro tra chi richiede un servizio o un prodotto ed un libero professionista o un’azienda che offre il servizio o vende il prodotto pubblicizzato.
Il sito viene gestito da un soggetto terzo, definito appunto gestore o titolare che permette agli utenti di elencare le caratteristiche dei beni o dei prodotti offerti. Il gestore, di norma, resta estraneo al rapporto tra chi vende e chi acquista, ovvero non interviene professionalmente nel rapporto tra le parti.

Di cosa si occupa concretamente il gestore del marketplace?

Il titolare del marketplace offre un servizio consistente nella gestione tecnica della piattaforma on-line, che permette a terzi di pubblicizzare beni e servizi limitandosi ad inserire i dati e le caratteristiche di entrambi. Il titolare non entra negli aspetti relativi al rapporto tra chi acquista e chi vende, restando imparziale ed estraneo rispetto alle transazioni che si svolgono nel marketplace.

Alcuni servizi opzionali che il gestore del marketplace potrebbe offrire ai propri utenti.

Chi gestisce un marketplace, oltre a mettere a disposizione l’infrastruttura online, potrebbe valutare di inserire nel contratto di servizi anche l’offerta di servizi opzionali quali il supporto nell’inserimento dei beni e dei servizi con relativa descrizione e caratteristiche degli stessi, l’erogazione di servizi di merchandising, inclusa l’ottimizzazione degli annunci attraverso tecniche di SEO che permettono ai venditori presenti sulla piattaforma di mettere i propri annunci in evidenza. Un altro servizio opzionale potrebbe consistere nella gestione della spedizione dei beni acquistati attraverso accordi stipulati con appositi corrieri autorizzati.

La conclusione del contratto tra venditore ed acquirente, il ruolo del Marketplace e gli obblighi informativi.

L’utilizzo del marketplace comporta la conclusione di un contratto tra chi offre (un prodotto o servizio) e chi acquista. Si tratta di soggetti del tutto indipendenti dal gestore della piattaforma.
Questa indipendenza deve emergere chiaramente sia nella grafica del sito (modalità di presentazione grafica) che nei termini e condizioni del marketplace. Il consumatore che acquista non deve avere dubbi rispetto alla provenienza dei beni o servizi.
Prima della conclusione e dell’invio della richiesta di pagamento l’utente deve avere sempre la possibilità di verificare i dati e le caratteristiche principali del proprio ordine in una pagina riepilogativa.

I soggetti che intendono pubblicizzare e vendere attraverso la piattaforma di marketplace devono poter inserire ed esporre le seguenti informazioni:

  • la denominazione dell’impresa;
  • il numero di partita iva, il proprio indirizzo fisico ed il numero di telefono.
  • informazioni sull’attività commerciale del venditore/prestatore di servizi;
  • Resi e rimborsi;
  • spedizione;
  • punto di contatto (e-mail, fax);
  • informativa privacy del venditore;
  • politica dei resi;
  • garanzie;
  • servizi di assistenza postvendita.

Non dovrebbe esser possibile, per il venditore, attivare il profilo senza che questi abbia fornito un set informativo completo che includa le informazioni anzidette. Inoltre, tali informazioni devono essere di facile ed immediata consultazione per i consumatori, pertanto si suggerisce un loro posizionamento nell’immediata prossimità delle informazioni relative al prodotto e alle sue caratteristiche.

Contatta lo studio se stai per avviare un marketplace ed hai bisogno di supporto legale nella stesura della contrattualistica.

 

Invia richiesta

 

Avv. Bigarelli
marcobigarelli@hotmail.it
No Comments

Post A Comment